Stefano de Martino

Patron della Manifestazione

stefano_demartino_newGià ideatore amatoriale di soggetti per la TV, è autore di eventi per la musica e il cinema.
Stefano De Martino ha scritto il libro Gaudenti d’italia, edito da Luna Editore, che raccoglie vari giochi di società da lui ideati.
Musicofilo e appassionato studioso del “valore emozionale” delle canzoni italiane (coniato come tributo Musical-Letterario), trova i consensi nazionali con il Premio Lunezia (sua anche la formula dello spettacolo) che conferisce, per la prima volta in Italia e forse nel mondo, un attento tributo al valore musical-letterario delle canzoni. La prima edizione del Festival Lunezia è targata 1996, si svolge ad Aulla per 15 anni per poi trasferirsi a Marina di Carrara. Oltre 200 big della musica leggera italiana hanno trovato meriti e si sono esibiti sul palco del Premio Lunezia.
Dal 2006 è autore anche del Festival Cinematografico Agave di Cristallo – Premio ai Film con i Migliori Dialoghi – . L’Agave di Cristallo è una rassegna unica al mondo per la tematica premiativa. Tra i cineasti premiati nelle varie edizioni: Ettore Scola, Pupi Avati, Mario Monicelli, Dino Risi, Lina Wertmuller, Nanni Moretti, Francesco Bruni, Carlo Delle Piane e molti altri.
Fra le sue “creature” altri eventi che potrebbero essere proposti in Italia e all’estero, come la Stele d’Argento, Festival dedicato alle musiche da film antologiche e alle nuove leve della composizione di colonne sonore. L’originale BBA, festival che premia, per tematiche, l’arte pubblicitaria dei manifesti murali. Il CityAward versione internazionale del Premio Lunezia, destinato a premiare la qualità musical-letteraria delle canzoni straniere e i suoi autori.  Nel 2005 la Stele d’Argento si è svolta a Villafranca in Lunigiana.
E ancora il popolare Astrotour, evento che abbina a 12 città i 12 diversi segni dello zodiaco, tanto da creare un tour che festeggia e tematizza, di tappa in tappa, tutti i segni zodiacali, con dibattiti, nonché premi e sorprese agli appartenenti al segno di turno.
De Martino, relativamente al Premio Lunezia, ha inoltre ideato il termine “Repican”, parola composta dalle iniziali di “recita”, “piano” e “canto”. È ormai tradizione, nelle serate del Lunezia, che alcune canzoni vengano reinterpretate secondo questo stile, ovvero attraverso il canto tradizionale, alternato alla recita del testo con sottofondo di pianoforte. Una formula interpretativa che, secondo l’autore del Lunezia, trasmette con più chiarezza il messaggio letterario.  In alcuni casi il “Repican” è impreziosito dalla presenza di un’orchestra.

L’arte canzone, il decalogo del Patron

  • La canzone è una forma d’arte ancora sottovalutata
  • La canzone è terapia per l’umore
  • La canzone contemporanea e quella dell’ultimo secolo sono espressione artistica di eccellenza
  • Dalla scelta di una o più canzoni si può percepire la “vocazione” emotiva di una persona e quindi altre intimità
  • La canzone può creare empatia e può migliorare la qualità delle  relazioni fra le persone attraverso la condivisione di emozioni
  • La canzone fa tendenza e vocabolario, genera nuovi modi di esprimersi nel dialogo comune e può influenzare i comportamenti
  • La canzone, tra le forme di espressione artistica, è ad alta capacità di ripetersi e, misteriosamente, non stanca mai
  • La canzone oltreché cantata può essere detta, letta, raccontata; la può leggere ed interpretare chiunque, professionista o dilettante, ed in entrambi i casi mantiene le sue peculiarità
  • La canzone, se strumentalizzata e adattata, può influenzare gli orientamenti politici e morali di un popolo
  • La canzone è una forma d’arte che viene dal cuore ed al cuore ritorna direttamente senza intermediazioni, è una modalità di comunicazione universale che mal si concilia con valutazioni elitarie o gerarchiche: chi vuole applicare tali parametri “sporca” la canzone, la rende fungibile con ogni altra cosa materiale

Il Lunezia in due parole

 

Stefano De Martino
Patron del Premio Lunezia
Lunezia, dopo molti anni di fatiche e di grandi nomi sul palcoscenico, continua a ribadire un concetto ancora nuovo nella realtà artistica ed emozionale della canzone italiana: il valore Musical-Letterario. Concetto nuovo perché, per quanto ovvio e naturale, nessuno oltre al Lunezia ha ancora dedicato uno spettacolo ed un tributo a questa caratteristica della canzone, così intuita ed analizzata nel senso più alchemico di se stessa: il rapporto fra parole e musica, l’energia che il parlato assume sulle note giuste, la forza che la melodia trasmette quando le parole sono belle, il mistero che sublima entrambe le cose e che, in taluni speciali casi, ci consegna quattro minuti di travolgente emozione. I minuti di una canzone.
Stefano De Martino
Patron del Premio Lunezia
Lunezia, dopo molti anni di fatiche e di grandi nomi sul palcoscenico, continua a ribadire un concetto ancora nuovo nella realtà artistica ed emozionale della canzone italiana: il valore Musical-Letterario. Concetto nuovo perché, per quanto ovvio e naturale, nessuno oltre al Lunezia ha ancora dedicato uno spettacolo ed un tributo a questa caratteristica della canzone, così intuita ed analizzata nel senso più alchemico di se stessa: il rapporto fra parole e musica, l’energia che il parlato assume sulle note giuste, la forza che la melodia trasmette quando le parole sono belle, il mistero che sublima entrambe le cose e che, in taluni speciali casi, ci consegna quattro minuti di travolgente emozione. I minuti di una canzone.
… “dare un senso a questi anni di parole e di note e sul particolare potere delle canzoni di anticipare o fermare il tempo. Anticiparlo perchè parole e note possono spingerci più avanti del punto nel quale ci troviamo, e farci vivere, con l’intensità del presente, cose che presenti non sono; fermarlo perchè riascoltando queste canzoni ci accorgiamo che la musica è una macchina del tempo in grado di proiettarci istantaneamente nel passato, restituendoci intatti, fatti, luoghi, colori, profumi, voci, sensazioni ed emozioni”.
Cantautore
Claudio Baglioni
La parola è un tratto di collegamento tra la complessità dei sentimenti e l’esterno. Immaginate la sua fatica. Perdonate la sua impotenza. Ascoltate i suoi successi, sono un dono d’estasi.
Patron del Premio Lunezia
Stefano De Martino
Qual è il tempo di una canzone, escluso quello musicale e… la sua lunghezza contabile? Quanto dura… nel senso di un perdurare, di un insistere nell’animo? Che tempo è? Che tempo fa in una canzone? Questo è il punto.
Cantautore
Amedeo Minghi